Progettazione strutturale

Con l'entrata in vigore dell'Ordinanza n. 3274 del 20/03/2003 molti comuni italiani che prima erano esclusi dalla classificazione sono stati dichiarati zona sismica.
Con l'uscita del D.M. 14/09/2005 "Norme tecniche per le costruzioni" per gli edifici ricadenti nella nuova classificazione sismica è diventato obbligatorio il deposito del progetto strutturale, prima dell'inizio dei lavori. Devono essere depositate tutte le strutture, comprese quelle in muratura portante e quelle in legno, e non solo quelle in acciaio o in cemento armato.
La normativa antisismica prevede un periodo di 18 mesi di “allineamento tecnico”, periodo durante il quale i progettisti strutturali potranno scegliere di utilizzare ancora la metodologia di calcolo alle tensioni ammissibili, dopo di che tutte le strutture dovranno essere calcolate con il metodo agli stati limite.

D'ora in avanti la progettazione strutturale dovrà essere prevista fin dalle prime fasi di progetto, comportando un forte incentivo al lavoro di equipe tra progettista, strutturista e impiantista.

La capacità di prevedere ed integrare fin dall'inizio il lavoro degli "altri" è una delle prerogative del nostro ufficio, che si avvale dell'aiuto di un network di professionisti che interagiscono sul progetto, articolandolo in concerto tra loro.