Case a basso consumo

Una casa costa tanti soldi, ma mantenerla costa cinque volte di più. Inoltre, in una casa mal isolata si vive male: condense, muffe, spifferi, rumori ci negano il diritto ad un rifugio sereno.
Isolare una casa vuole dire vivere meglio. E non buttare i soldi dalla finestra.
Le case isolate secondo la legge italiana consumano 140 kWh/mq anno, mentre una casa ben costruita, senza compiere sforzi impagabili, ne consuma 70.
Con una casa a basso consumo energetico possiamo spendere la metà di quello che spendiamo per il solo riscaldamento invernale, e d'estate non dobbiamo fare funzionare un condizionatore per tre mesi.
C'è bisogno di dire altro?

Libro Bianco "Energia - Ambiente - Edificio”, redatto dall’ENEA per il Ministero dell’Ambiente:
“… in cinque anni si consuma, per il solo riscaldamento, una quantità di energia pari a quella necessaria per la costruzione dell’unità abitativa. Gli anni scendono a tre considerando anche gli altri consumi.
Infatti il totale stimato, in termini primari, per tutto il processo di costruzione degli edifici assomma ad 11 Mtep, probabilmente affetti da un errore per difetto, che vanno confrontati e sommati ai 70 Mtep dovuti alla gestione.
Ne risulta che, in termini primari e sommando produzione e gestione, il sistema degli edifici è responsabile di circa il 45% del fabbisogno energetico nazionale, e quindi dell’anidride carbonica prodotta.”